Una questione di sguardi.

Venerdì, 15:37

Annoiato e accaldato mi alzo dal letto e apro il frigo, MALEDIZIONE!! l’ultima birra. Lei mi guarda e io guardo lei per un attimo mi sento come Indiana Jones davanti all’idolo della fertilità, so esattamente cosa significa questo evento e cerco di razionalizzarlo. Come ogni bravo maschietto single mi rendo conto che è giunto il momento di dover andare a fare la spesa….

27 minuti dopo sono al centro commerciale, il carrello è già mezzo pieno di tuto ciò che un bravo maschietto single ha bisogno: Coca-Cola, Rum, varie Haribo, pop corn per il microonde, Aperol, frizzantino, senape, salsa chili, würstel, pane per hot dog e ovviamente birra un sacco di birra. Pienamente soddisfatto e pregustando già gli Spritz che avrei preparato di li a un paio d’ore decido, prima di andare alla cassa, di passare dal reparto giochi, così tanto per fare un giro e vedere qual’è l’ennesima ritematizzazione di Monopoly che si sono inventati. Do una rapida occhiata e chi ti trovo..?!? Già, proprio Ticket To Ride Londra (c’è anche New York ma quello è già nella mia collezione) con lui, come con l’ultima birra del mio frigo, c’è un lungo momento di sguardi lascivi che molto presto lasciano il posto ad un’intima intesa.

Venerdì, 18:08

Lo Spritz è venuto piuttosto bene, fresco e alcolico al punto giusto si fa bere con grande soddisfazione, l’unboxing di Ticket To Ride Londra rende il tutto ancora più piacevole.